La Firenze della ricostruzione/ perplessità

Narrazione storica della Firenze post-bellica, il libro di Enrico Nistri “La Firenze della ricostruzione (1944-1957). Dall’11 agosto all’anno dei tre ponti” (Ibiskos Editore Risolo) si concentra sul dibattuto periodo fra la fine della Guerra e il boom economico, offrendo una trattazione che coniuga lo sguardo dello storico alla visione partecipante del fiorentino. Franco Cardini lo ha definito “uno straordinario libro di storia, non equidistante ma equo, onesto”.

Il testo costituisce una rilettura critica di quegli anni: l’insurrezione, il periodo dell’epurazione, la figura di La Pira costituiscono solo alcune delle problematiche in esame. Le argomentazioni risultano pregnanti, ma con qualche ambiguità: come quando l’autore sostiene che sarebbe stato auspicabile un “passaggio indolore delle consegne fra fascisti e partigiani”, ma poi ammette che era destinato a fallire “per fattori esterni e per problemi interni a entrambi gli schieramenti”.

Suscitano perplessità i giudizi sulla politica urbanistica adottata nella ricostruzione, in contrasto con le riserve espresse da autorevoli esponenti della cultura architettonica fiorentina

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: