Tag

, , ,

Ho deciso di “perdere alcuni giorni” dal mio diario quotidiano (cartaceo).

Anzi non alcuni, probabilmente la maggior parte. Di dedicarmi solo agli snodi significativi. Anche restare immobile per venti minuti a osservare i passanti alla Stazione, come ho fatto ieri sera, può essere un momento significativo.

pagine bianche

pagine bianche

Ho tante cose a cui pensare, da fare, organizzare.

Ho anche capito che all’indispensabile “connettivo trasparente” che tiene insieme la “trama principale” dei giorni  non è possibile dare molto spazio.

E’ necessario sacrificarlo un po’, a meno di non potersi/volersi dedicare a una vita esclusivamente contemplativa.

Selezionare è difficile perchè tutto mi interessa, quasi niente mi annoia.

La “pratica della vita” – vissuta o scritta – somiglia a quella meditativa, il silenzio è fondamentale.

Annunci