Tag

, ,

Durante un serata estiva ho riscoperto GALA, una cantante dance della mia adolescenza. Allora ballavo e non sapevo che faccia avesse, non andavano come adesso i video musicali.

Molto popolare negli anni ’90, italianissima, Gala ha uno stile minimal e una mimica molto comunicativa, direi anomala per i tempi e per l’Italia.

Mi ha colpita la sua bellezza, l’energia e il motto del primo pezzo,  buddhisticheggiante 😉

pps o forse magari i video musicali andavano, ma ero intenta a leggere Kundera e Dostoevskij, la tv non me la filavo, la leggerezza l’ho apprezzata in seguito…

Annunci