market mind

carte sporte volti
sfilano all’uscita del supermercato
strusciano
di fronte al delegato
che soppesa asparagi
ripone banconote
file ripetute di sguardi
offerti un istante
omessi, caduti
tuorli bolliti dal vuoto
albume dei volti
labbra distratte
mosse
più spesso immote
(poi è successo, hai sorriso
la cassiera ti ha detto «finalmente!»)

casse-supermercato.jpg(immagine dal web)

Annunci

Lorca

 Il mare non ha aranci, 
 e senz'amore è Siviglia.
 Bruna, che luce di fuoco.
 Prestami il tuo parasole.

 Mi farà verde la faccia
 sugo di cedro e limone
 le tue parole - pesciolini
 nuoteranno intorno. 

 Il mare non ha aranci. 
 Ahi, amore. 
 E senz'amore è Siviglia!

(F.G. Lorca)

Ieri sera sono stata al teatro Reims di Firenze per uno spettacolo su Federico Garcia Lorca messo in scena dall’Officina Teatro ‘O.

è il poeta che amo più di ogni altro – forse perchè mi furono regalate le sue poesie all’età di 10 anni, un’edizione Guanda che ho ancora sul comodino.

Hanno messo in scena, devo dire in modo molto convincente, Nozze di Sangue, Donna Rosita Nubile – che non conoscevo – e il suo capolavoro: il Lamento per Ignatio Sanchez Mejias. Un narratore ripercorreva in maniera suggestiva la biografia del poeta.

Senza Federico Garcia cosa sarebbe la poesia?

Credo che non avrei mai cominciato ad amarla nè a scriverla.

Lorca -locandina Compagnia Teatro d'O
Lorca – locandina Officina Teatro ‘O

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: